Liceo Scientifico Nicolò Copernico di Pavia

Liceo Scientifico Nicolò Copernico di Pavia

 
3.3 (1)
Scrivi Recensione
Indirizzo
via Verdi 23/25, Pavia
Numero di telefono
0382-29120
Comune
Pavia

Il Liceo Scientifico Nicolò Copernico di Pavia si trova in via Verdi 23/25 ed è un Istituto principale di II grado. Il Nicolò Copernico propone agli studenti un unico indirizzo di studio, che è quello scientifico. Se stai frequentando o hai frequentato in passato il Liceo Scientifico Nicolò Copernico puoi inserire la tua opinione su questa scuola in queste pagine e richiedere l'apertura di un forum di discussione ad essa dedicata.


Recensione Utenti

1 recensioni

Voto medio 
 
3.3
Insegnamento 
 
3.0  (1)
Laboratori 
 
3.0  (1)
Ambiente 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Insegnamento
Laboratori
Ambiente
Scuole
Commenti
Voto medio 
 
3.3
Insegnamento 
 
3.0
Laboratori 
 
3.0
Ambiente 
 
4.0

Viaggio all'interno del Cope

E ora arriva la parte migliore, i programmi di studio e il modo di far lezione.

Questa analisi riguarda sia questa scuola che il sistema di istruzione italiano.

Inizierò la disamina delle materie:

Religione: ok. è facoltativa, ma non sarebbe più interessante sfruttare questa ora per apprendere cose più utili ( che ne so, forse educazione sessuale ?)

Matematica: ok

Fisica: ok

Scienze: ok

Italiano: penso che sarebbe stato più utile focalizzarsi sull' insegnare a scrivere e parlare bene, dando almeno qualche base di arte oratoria, piuttosto che studiare praticamente solo letteratura italiana.

Latino: in assoluto uno spreco totale di ore, sarebbe opportuno farlo diventare facoltativo oppure, dopo qualche accenno di regole grammaticali, concentrarsi sull'insegnamento della cultura latina; cosa che  comunque non giustifica le ben 3 ore settimanali dedicate all'insegnamento di questa materia.
Sto ancora cercando di capire l'utilità di saper tradurre testi latini. 

Storia: si tralascia completamente la storia contemporanea. 

Filosofia: è senz'altro utile conoscere le teorie dei filosofi, ma sarebbe più produttivo fare filosofia invece che studiarla, aprendo dibattiti e discussioni.

Arte: stesso discorso di filosofia

Ginnastica: ok

Ora al di là del programma di studio, dove ognuno può avere la propria opinione in merito, ben diverso è il discorso relazionale tra alunni e professori e del modo di fare lezione.

La classica lezione prevede un ora ininterrotta di sermone da parte del professoro di turno, non avviene uno scambio e la direzione della sapienza è unilaterale.

Sarebbe più opportuno stimolare la partecipazione degli studenti che  purtroppo invece si ingobbiscono nel tentativo di annotare ogni singola parola.

Ritrovo ridicolo il fatto di dover chiedere il permesso per bere/mangiare/andare in bagno, non ci dovrebbero essere porte nella varie aule, similmente ad una lezione universitaria.

Queste misure permetterebbero una maggiora responsabilizzazione dello studente e maggiore libertà: potrebbe avere anche il piacevole effetto di non far sentire l'alunnno dentro una prigione.

Ci sarebbero molte altre cose da dire, la scelta della scuola è consigliata per chi ha già deciso che proseguirà gli studi all'università.

                      ....::::Felis::::....



Classe frequentata
IA-VA
Punti di forza della scuola
Dal punto di vista strutturale la scuola ha molto da offrire: fanno senz'altro guadagnare punti la presenza di un moderno auditorium, di 2 palestre ben attrezzate, di un campetto da basket esterno, di alcune aule provviste di lavagne multimediali (LIM) e la presenza di un bar interno.

Dal punto di vista formativo interessanti i corsi proposti dalla associazione di genitori Angelico (Corso di canto e teatro) o le attività extrascolastiche che si possono svolgere in palestra come tiro con l'arco o tornei di calcio, pallavolo, pallamano.

Da segnalare anche le numerose assemblee riguardanti diverse tematiche e le uscite didattiche.
Punti deboli della scuola
La dirigenza: da quando ho iniziato a frequentare la scuola (2011) sono state introdotte anno dopo anno alcune regole senza criterio, come l'impossibilità di accedere alla propria classe prima dell'inizio delle lezioni o l'obbligo di uscire dall'aula durante l'intervallo, che si può svolgere solo in un determinato perimetro.

Insegnamento del latino e di altre materie poco utili (religione).
Commenti sui professori
Non mi sembra opportuno fare commenti sui singoli professori, o generalizzare parlando del professore medio della scuola.

Una cosa che non ho apprezzato è l'impossibilità di scegliere i propri professori, ogni anno infatti è molto probabile che cambino.

Sembra quasi di giocare alla roulette russa, sperando che la pallina finisca su certi professori e non su altri che hanno fama di essere pessimi insegnanti.
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QScuole