Dettagli Recensione

Voto medio 
 
2.0
Insegnamento 
 
2.0
Laboratori 
 
2.0
Ambiente 
 
2.0

Scuola mediocre

Personalmente non consiglio il liceo scientifico Scacchi.
La stragrande maggioranza degli studenti ricorre sistematicamente a molteplici lezioni private in più materie, con notevoli spese sopportate dalle famiglie e tale circostanza è certamente meno presente nelle altre realtà scolastiche di uguale indirizzo di questo territorio comunale.
Il numero di alunni per classe è troppo elevato e manca ogni comunicazione scritta scuola genitori.
Per poter parlare con i professori bisogna fare file lunghissime (sperando che siano presenti ai colloqui).

Classe frequentata
4
Punti di forza della scuola
Alcuni docenti, che svolgono il loro lavoro con competenza ed imparzialità.
La qualità degli studenti che la scelgono, salvo poi a doversene pentire per la molteplicità dei suoi aspetti negativi.
Punti deboli della scuola
Struttura fatiscente con aule piccole e classi numerose formate da 28/30 studenti; sede coordinata dove le classi si spostano in centrale, spesso senza alcun accompagnamento; laboratori raramente o mai utilizzati; progetti o pof a cui solo il 3% degli studenti può partecipare sia per la tipologia, per le eccellenze in inglese, matematica o fisica (un corso, ciascuno per 15 alunni a corso, su 1700 studenti..), che per il loro esiguo numero, nonostante la tassa d'iscrizione sia fra le più alte in provincia e dovrebbe essere utilizzata per l'ampliamento dell'offerta formativa.
Visite d'istruzione, partecipazione a mostre, conferenze: solo per esiguo numero di classi (per cui per tre anni non siamo mai usciti dalla scuola).
Per quanto riguarda le prove INVALSI, sono perplesso perchè so di molte classi che hanno avuto professori scadenti, soprattutto in italiano, mentre in matematica molti miei amici sono ricorsi a lezioni a pagamento perchè spesso il professore non spiegava, o spiegava male, ed infine so che le prove vengono da loro corrette.
Commenti sui professori
Alcuni docenti di questa scuola non dovrebbero insegnare per la loro parzialità nelle valutazioni, spesso dettata da simpatie o antipatie o favoritismi, o talvolta perchè non svolgono il loro mestiere che è quello di trasmettere conoscenza e competenza.
Ciò che recita il Pof della scuola "si valuta per accertare le conoscenze, informare e stimolare l’alunno, ma anche per verificare l’efficacia delle scelte didattiche operate dal docente. La valutazione delle singole prove scritte e orali va comunicata tempestivamente all’alunno" viene puntualmente disatteso in molte classi.
Inoltre alla fine di ogni quadrimestre può succedere di avere tutti i compiti e molte interrogazioni in pochi giorni, per cui la propria valutazione può cambiare senza alcuna possibilità di recupero.
Trovi utile questa opinione? 

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QScuole