Dettagli Recensione

Voto medio 
 
4.7
Insegnamento 
 
5.0
Laboratori 
 
4.0
Ambiente 
 
5.0

Liceo "Martin Luther King"

COMMENTI?!? DOPO 105 MINUTI DELLA MIA VITA PASSATI A SCRIVERE QUESTE RIGHE, VOLETE PURE CHE COMMENTI?!?

Classe frequentata
Ultimo anno del classico
Punti di forza della scuola
Il King offre numerose opportunità per gli studenti: Liceo Scientifico tradizionale, Liceo Scientifico sportivo e Liceo Classico, quello da me frequentato. Il liceo sportivo è strutturalmente come il tradizionale, è indicato sia per chi pratica sport - infatti c'è un'elasticità maggiore per chi si assenta per più giorni o deve uscire un determinato giorno di ogni settimana prima dell'orario normale d'uscita, se si presenta ai docenti un certificato sportivo che attesti la necessità di tale decisione - sia per chi non ne pratica alcuno, in quanto prepara anche per la parte tecnica dello sport, come per esempio giornalismo sportivo oppure un eventuale percorso universitario in Scienze Motorie. Inoltre il King è l'unica scuola della provincia di Genova ad avere questo indirizzo, in quanto il Ministero lo ha affidato solo ad esso. Tuttavia, e questa è una pecca a parer mio, anche se è stata una decisione presa a Roma dal Ministero, sono eliminati Latino e Disegno tecnico e Storia dell'Arte, sostituiti da un totale di 6 ore settimanali fra Scienze Motorie e Discipline sportive e da 3 ore, a partire dal 3° anno, di Diritto ed Economia dello Sport. È articolato solo su 5 giorni alla settimana. Il diploma con cui si esce alla fine del percorso scolastico è quello di un Liceo Scientifico e nessuna delle materie è sottovalutata (di Scienze Naturali, Chimica e Biologia si fa addirittura un'ora in più dello Scientifico tradizionale.
Oltre allo Sportivo, il King offre, come già detto, il corso di Liceo Scientifico e Classico, su cinque o sei giorni. È possibile scegliere il corso del bilinguismo, sia al Classico che allo Scientifico solo su sei giorni: il King ha una lunga tradizione col francese (è attivo uno scambio con St. Malo, in Bretagna), ma si può anche scegliere un'altra lingua tra spagnolo e tedesco (il corso verrà attivato solo con un numero minimo di richieste). Inoltre, viene anche offerta la possibilità del progetto dello Scientifico potenziamento Scienze Biologiche, con un'ora in più alla settimana di Scienze.
Le attività extrascolastiche sono numerose: oltre alle gite ed agli scambi culturali, la scuola è molto attiva nel campo del volontariato: ogni anno, gran parte degli alunni e degli insegnanti partecipano alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, che si tiene l'ultimo sabato di novembre, dando, nel proprio piccolo, un contributo enorme; oltre a ciò, ogni anno, nel periodo natalizio, si svolge una cena promossa da AVSI che si propone di raccogliere fondi per contribuire a rendere la vita meno dura nelle zone meno fortunate del pianeta tramite la costruzione di scuole, acquedotti, strutture di accoglienza, etc... Infine, la scuola ha una classe "sparsa per il mondo": molte classi, infatti, hanno attivato il progetto SAD (sostegno a distanza), sempre tramite AVSI, adottando così un bambino.
Bene, dopo non so quante righe scritte in linguaggio da classicista, posso tornare ad essere un ragazzo qualunque ;)
Punti deboli della scuola
Purtroppo, come in ogni altro posto,i difetti ci sono: la scuola, infatti, ha due succursali, una a Nervi in Via Casotti e un'altra tra Via Era e Via dei Mille, edificio condiviso con una scuola media (di cui ora non ricordo il nome). Dire che i due edifici siano pericolanti sarebbe esagerato, però non sono in buone condizioni. La scuola, più di tanto, non può farci, poiché la scuola è della Provincia ma gli edifici del Comune (solito compromesso all'italiana). Inoltre, sia i laboratori di fisica, chimica/biologia e informatica, oltre alle tre aule LIM (Lavagna Interattiva Multimediale, per chi non lo sapesse), seppur forniti, sia la biblioteca, anch'essa ben fornita, sia le due palestre, ampie, attrezzate e una addirittura con le gradinate, potrebbero essere sfruttate meglio. Per di più, da anni, accanto alla sede di Via Sturla, vicino alla piazza, stanno facendo non si sa quali lavori. Dopo un po' ci si abitua al rumore, ma all'inizio sarà bestiale.
Commenti sui professori
Essendo il King una scuola dalla molteplice natura, gli insegnanti di lettere che insegnano al Classico sono prestati agli Scientifici, quelli delle materie scientifiche che insegnano allo Scientifico tradizionale al Classico ed allo Scientifico Sportivo e quelli di Scienze Motorie che insegnano allo sportivo agli altri due indirizzi. La stragrande maggioranza degli insegnanti è brava, disponibile ed umana (la situazione è decisamente migliorata rispetto a qualche anno fa); inutile dirlo, ci sono delle "mele marce" anche qui. Tra gli insegnanti migliori, sia dal punto di vista umano che professionale, tra quelli con cui ho avuto un'esperienza diretta, di Storia e Filosofia Lucrezia Bianchino, che tra l'altro è collaboratrice del preside (una sorta di vice-vice preside; unica pecca: si vanta spesso della sua carica) e Luigi Baldi, appassionato di filosofia orientale; di Scienze Giorgio Torella, bravissimo e simpatico (unica pecca: spiega così tanto e nel dettaglio che, ogni volta che finisce di spiegare, per la classe circolano pomate per i crampi alle mani), Rita Rizzerio, che non conosco bene, ma di cui mi parlano tutti benissimo; di Lettere Moderne Marina Guariniello, anima del volontariato del King, validissima insegnante di Italiano e Latino, non è considerata da tutti in modo benevolo per via delle sue visibili posizioni cristiane (anche se fa vivere tranquillissimamente anche chi cristiano non è); di Lettere Antiche Giulia Del Giudice (o forse Delgiudice?), ottima insegnante, riesce a far apprezzare persino quella bestia che è il greco (ovviamente io non ce l'ho) la Novelli, di cui non so il nome, valida insegnante ma l'umanità se la scorda sempre a casa; di Matematica/Fisica Alessandra Parodi (se è riuscita a far capire a me matematica e fisica, può riuscirci anche con una scarpa); di Inglese Rosalba Caccia, molto simpatica e vicina ai ragazzi (una volta ha portato i muffin fatti da lei in classe. Non mi sono ancora ripreso da quella bontà quasi divina), insegna bene, ma c'è un problema: è in perenne conflitto con la Guariniello (differenza di vedute molto forti); Disegno e Storia dell'Arte Giuseppe Nifosì, una sorta di mito vivente, ha scritto uno dei libri più adottati nelle scuole (Arte in Primo Piano), mentre per la sola Storia dell'Arte Luisa Cavallaro (ma se si incazza, si incazza); infine, di Scienze Motorie, Paola Zannini, altro mito sceso in terra, ma molto severa, quando serve. Le "mele marce", fortunatamente, non sono tante: di Inglese, praticamente tutti gli insegnanti (esclusa Rosalba Caccia) non hanno il connubio di umanità/capacità necessario per una buona riuscita degli alunni; di Lettere Antiche Lidia Pastorino, umanissima (poche persone sono umane come lei), ma caratterialmente debole, e per questo è lunatica e non molto valida nell'insegnamento, più altri che non conosco bene.
Trovi utile questa opinione? 

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QScuole