Dettagli Recensione

Voto medio 
 
2.3
Insegnamento 
 
2.0
Laboratori 
 
3.0
Ambiente 
 
2.0

Non è più una scuola d'elitè

Personalmente non mi sono trovato bene né con i professori, né con i compagni di classe. Molti sono brutti e stupidi, in questa scuola puoi trovare sia le oche sia le vrenzole, sia quelli dotati di pochezza mentale. Per carità, non voglio generalizzare, ci sono anche persone capaci e intelligenti, però alla fine il Vittorio Emanuele II - per essere stata la prima scuola del mezzogiorno- è abbastanza deludente. Mi sono pentito di essermi iscritto e vorrei cambiare scuola, ma sono del tutto sicuro che se prendessi il nullaosta mi troverei in una situazione ancora peggiore, perché non so tradurre e in matematica siamo arrivati alle equazioni fratte.

Classe frequentata
IVC VC IC
Punti di forza della scuola
Il laboratorio di chimica che vogliono togliere di mezzo. Le elezioni dei rappresentanti di classe e del rappresentante di Istituto che sono ben organizzate. Il Preside sembra una persona abbastanza disponibile al dialogo con gli studenti, come del resto lo era anche il suo predecessore, che è stato anche il primo Preside della scuola, siccome prima il Vittorio Emanuele II era unito al convitto. Lo stesso vale per i vicepresidi Aricò e Santoro.
Punti deboli della scuola
La scuola sta cadendo a pezzi: nella mia attuale classe sta cadendo l'intonaco dal soffitto, i pavimenti del lato campagna e del piano terra sono tutti rotti e (sempre al piano terra) le classi a destra sono delle vere e proprie catacombe, freddissime d'inverno e senza ricambio d'aria. Nessuno partecipa alle Assemblee di istituto, inoltre la maggior parte di quelli della cerchia del rappresentante d'istituto o sono mal informati o fanno i comunisti (bevono gin e indossano cappelli di Stalin).
Commenti sui professori
La matematica è un optional, c'è una professoressa che non capisce un fico secco di matematica (è laureata in fisica), ci ha portato nel laboratorio per vedere "Paperino e la matemagica" e poi al posto di spiegare ci insegnava a giocare all'assassino; un'altra pretende lo studio mnemonico e non fa nessun tipo di compito scritto, solo interrogazioni orali. Inoltre, nonostante debba ammettere che alcuni professori di latino e greco siano molto preparati, comunque ho avuto molte difficoltà e i recuperi (che adesso hanno tolto di mezzo per mancanza di fondi) non mi sono serviti a niente. Ci sono parecchi professori che fanno preferenze, altri che ti minacciano per la cattiva condotta (e certe volte hanno ragione), ma non prendono provvedimenti e tutti preferiscono avere una classe di ragazzi che studia dalla mattina alla sera e che non ha un minimo di senso critico o vivacità intellettiva.
Trovi utile questa opinione? 

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QScuole